UN’ALTRA BOMBA D’ACQUA?

Mentre forse arriva una seconda ondata di mal tempo su Massafra, volevo riflettere su un paio di cose.

Ieri ne ho sentite di cotte e di crude.

Ma la cosa più assurda, per come la vedo io, è l’addossare le responsabilità di una catastrofe simile su singoli soggetti dell’amministrazione comunale odierna.

Se è vero, da un lato, che l’ente comunale è comunque preposto alla salvaguardia efficiente e alla sicurezza del proprio territorio e dei propri cittadini, dall’altro lato, contro certe catastrofi naturali di questa violenza e che raramente ci colpiscono, è difficile poter fare qualcosa di concreto.

In ogni caso quello su cui invece bisognerebbe riflettere sono le colpe di un sistema che mette al primo posto il risparmio invece che la sicurezza.

Un sistema del quale facciamo tutti egualmente parte. Dal politico di turno, all’imprenditore, fino all’operaio che costruisce le strade e che magari, di comune accordo coi primi due, nella miscela per fare il manto stradale, non ci mette la giusta percentuale di catrame…

E poi abbiamo pezzi di strada che “camminano da soli” e procurano danni.

Un esame di coscienza sarebbe d’uopo. Ma da parte di tutti noi.

Pietro Dragone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...